Il razzismo al contrario non esiste

18:11

"RAZZISMO VERSO I BIANCHIIII111"

Bitch please!
IL RAZZISMO VERSO I BIANCHI IT'S NOT A THING a meno che non viviate in Sudafrica.
Vi invito a leggere i commenti su quella che dovrebbe essere una pagina di "perculo" ma in realtà è un mix di misogina, bullismo e razzismo.
La stessa pagina ai tempi del concorso Nyx aveva detto cose razziste verso Loretta (che vi consiglio di seguire).



Il razzismo/sessismo al contrario non vuol dire che non esiste ma non è rilevante essendo una percentuale così esigua che risulta risibile metterlo sullo stesso piano. É come quando si parla di un Paese molto ricco tipo "in Svezia le persone prendono uno stipendio alto", se arrivasse uno a dire "il mio amico prende uno stipendio basso" diremmo, non hai capito la questione.
Se si parla di un'emergenza è OVVIO che si parla di quella più vasta e grave, in Italia si parla di far crescere il meridione con investimenti perchè di base è quello più sofferente.

Quando la gente si lamenta per il razzismo verso i bianchi o il sessismo verso gli uomini etero dovrebbe capire che è come quelli che chiedono un Etero Pride.
Sì esistono atti di discriminazione verso bianchi, etero, uomini ma NON È UNA DISCRIMINAZIONE SISTEMATICA CHE VA AVANTI DA CENTINAIA DI ANNI.Bisogna capire che le parole hanno una storia, quella che ha scritto "brava, cioccolatina!" deve capire che la sua parola è come la parola Svastica.

Un simbolo nato come positivo in india MA con una storia indissolubilmente legata alla persecuzione, andare oggi in giro con una svast.ica richiama una parte della storia sanguinaria e discriminatoria.

Lo stesso per le parole le discriminazioni verso tutti i non caucasici hanno centinaia di anni di storia, così come verso chi non è etero e chi non è un uomo. La battutina del cioccolatino è l'ennesima goccia in un vaso riempito da centinaia di anni di discriminazione.

Di base che insulti razzisti dispregiativi verso i bianchi conoscete?

Verso gli etero?

Verso gli uomini?
Non esiste qualcosa per i bianchi che sia un corrispettivo dispregiativo pari a Ne*ro, così come per gli etero non esiste un insulto paragonabile a "froc*o", o per gli uomini al pari di put*ana.

Se non esistono nemmeno parole/parolacce vuol dire che questa "discriminazione" è pari a zero è così marginale che quasi NON ESISTE.

La "simpatica" parola cioccolatina, trovata simpatica dall'autrice è in realtà stata usata spessissimo da uomini bianchi nell'oggettivazione del corpo delle donne nere.

Uomini e donne neri nella storia sono stati spesso ipereroticizzati, trattati come oggetti erotici, gli uomini dalle campagne razziste erano dipinti come animaleschi stupratori e le donne come lussuriose donne sempre pronte a rapporti, che in realtà nemmeno a dirvelo erano spesso stupri da parte di bianchi per capire la situazione vi consiglio il video


Nessuno di noi ha un parente ucciso per divertimento dai neri in quanto bianco, tenuto come schiavo trattato peggio di un cane, nessuno di noi rischia camminando per strada di essere picchiato in massa dai razzisti perché la sua pelle è bianca

Nessuno di noi non può andare in vacanza in alcuni luoghi perché ha la pelle bianca e lì il razzismo è molto alto.

Nessuno di noi viene discriminato in italia in quanto bianco.
Il razzismo sui bianchi NON ha una storia, non è stato reso legale da leggi, non ci sono state leggi o "scienza" che ha scritto immondizia spacciando i bianchi come esseri umani di serie B.

Quando la parola "mozzarella" avrà una storia simile a quella degli schiavi neri potremmo paragonare i due razzismi, al momento abbiamo almeno il buon gusto di tacere.

PS. Posso capire il non apprezzare l'uscita, siamo tutti diversi ma dalla critica al razzismo di "brava cioccolatina" ci passano anni luce

Per approfondire: Le condizioni di vita degli schiavi negli Stati Uniti d'America

You Might Also Like

0 commenti

Like us on Facebook

Flickr Images