L'8 marzo tutte Sante ma il 9 sono di nuovo tutte "cagne"

16:41




Dopo le sviolinate dell'8 marzo partite soprattutto da uomini con frasi "le donne sono petali delicati e preziosi" oggi 10 marzo sono finiti i baci Perugina, possiamo tornare alla normalità e quindi ad essere definite cagne, per motivi casuali, imprecisabili o ipotizzati.
Ad essere presa di mira è una foto ed una ragazza, a dispensare insulti sono uomini e donne, perché ricordiamolo il maschilismo è un pensiero non un'infezione cutanea legata al pene.


INFO & PRENOTAZIONI 392 9206188
Pubblicato da Discoteca Fellini su Mercoledì 9 marzo 2016
La foto della discordia è questa.
La diatriba su come andrebbe festeggiato l'8 marzo è lunga ma non lunga quanto la storia di uomini che ci vogliono insegnare e far capire come si è delle donne vere, come si può essere femminili e soprattutto quanto e come essere femministi; se avessi un euro per ogni "io rispetto il femminismo vecchio, quelle donne hanno lottato per il diritto di voto e ora invece..." il tutto detto da gente che non conosce le differenze STORICHE tra le varie ondate, non saprebbe dire il nome di un'associazione attuale o di una figura di spicco attuale. Tutto è criticabile, ma prima va almeno conosciuto, altrimenti si chiama pregiudizio.



La foto è stata ricoperta di insulti, uomini che si strappavano i capelli sulla blasfemia dell'atto compiuto proprio il sacro giorno dell'8 marzo, nemmeno fosse il Marò Day indetto dalla Meloni; uomini sconcertati di tali atti sessualmente allusivi avvenuti all'interno di una discoteca; come se le cubiste fossero vestite in tuta e maglione a collo alto. I locali sono tipici fare promesse sessuali, visive, simulate ecc... perché altrimenti farebbero le serate in cui le donne entrano gratis?
I locali è un luogo in cui ci si diverte, chi vuole fare certe cose consensualmente le fa, chi non vuole non le fa; questi uomini che dipingono i locali come il circolo di cucito delle 90 enne vedove sono solo ridicoli.

Nonostante volessi scrivere una recensione sul film Suffragette, ho deciso di fare una ricerca, vedere se i commentatori di tali commenti ovvero gli amanti della "femminilità" ( termine con cui forse intendono i principi vittoriani di casa, religione e castità), della sacralità del sacro giorno della donna sono quello che chiedono alle donne. Ho preso i commenti più votati e ho fatto un'indagine.

Il commento più votato è il suo tale Paolo, che dietro questa costruzione per dare un tono al suo commento c'è il solito commento "il concetto di femminilità" che fa rima con castità se non addirittura lo sostituisce proprio. Paolo è un ragazzo modesto e si definisce "il più noto fotografo di Milano", peccato che a parte sul suo sito non lo conosce nessuno, mi sono presa la briga di vedere i suoi lavori fotografici e sono le classiche foto di chi inizia e scatta senza avere o saper posizionare le luci. Ma lì scopro una cosa, il buon Paolo "che esprime in modo unico ed encomiabile il concetto di mascolinità" cos'ha tra le foto... Franco Trentalance. Per chi non lo sapesse il buon Franco è un attore porno, quindi il caro Paolo che arrossisce per una foto del genere è lo stesso che in solitaria ama film d'autore; quindi da che pulpito arriva la predica? Oppure è giusto se lo si fa ma non si dice?



Il secondo è Mattia, poco più che un ragazzino che però ha già capito come funziona il maschilismo e che quindi le donne si dividono in Sante & Puttane, per l'8 marzo ha condiviso l'immancabile augurio con un video la cui descrizione è "Se sei una donna...", eh beh dipende potrsti anche essere un cavalluccio marino o un opossum...



Poi c'è Edoardo, lui fa parte di quella categoria di uomini che incomprensibilmente sminuisce il suo intero genere con l'intento di dare consigli alle donne; molti criticano il femminismo attuale dicendo che "sminuisca gli uomini" in realtà questo pensiero è portato avanti da molti uomini proprio come Edoardo che in un colpo solo insulta uomini, donne e la qualunque.


Lui non si fa mancare nulla, finte citazioni di Bukowski e l'immancabile "donne vere", che poi esiste un prontuario da consultare per verificare se sono vera oppure no?. Lui è un'incarnazione eloquente dello stereotipo del patriarcato, l'uomo deve puzzare altrimenti non è abbastanza uomo, se si cura è gay e quindi è ascrivibile al femminile. Che poi chiedere alle donne di coprirsi dopo aver usato #Escile è un filo ipocrita, se poi si criticano gli uomini che vanno dall'estetista quando si hanno le sopracciglia ad ali di gabbiano palesemente curate è ancor più ipocrita. Il patriarcato fa male a tutti



Pure Luca è arrabbiato, parla di GRAVITÀ dell'atteggiamento della ragazza in foto, cioè capito beve è GRAVE. Ma grave di che? lui però non si lascerebbe mai andare ad atteggiamenti sessualmente espliciti, infatti la cover del suo profilo facebook è una mia interpretazione volgare del suo animo puro; scusatemi sono grave.



Emanuele riporta alla luce dagli abissi la figura storica della "ragazza seria" non è altro che un sinonimo del vecchio Santa & Puttana, anche lui come Edoardo chiede degli standard diversi tra maschile e femminile, però lui si impegna perché è un simpaticone, sul suo profilo si spaccia per imprenditore (con foto prese dagli account di Rich Kids, spacciandole per sue con rolex che poi spariscono e auto non vendute in europa) e viaggiatore con foto di stock degli stati uniti.


Gli elementi per fingersi Rich Kids ci sono tutti, il rolex la foto a 1800 euro buttati sul pavimento; probabilmente fotografati prima di consegnare i soldi dell'affitto del monolocale che condivide con degli amici al padrone di casa (come si evince dalle foto). Ma cosa fa più "ricchezza" se non una tizia semi nuda?, nel suo account non manca nemmeno quello e quindi un saluto alla malcapitata a cui ha rubato la foto per fingere prodezze erotiche.



Poi c'è Diego, che è sconvolto che certi atteggiamenti possano avvenire nel giorno più sacro dell'anno, il suo commento è un mix tra slut shaming, contestazione sociale e non si capisce bene cosa.

è talmente indignato che decide di condividere tutto anche su facebook, dove i suoi amici lo sostengono ed invocano all'inquisizione; giusto per farci capire in che epoca stiamo e no non è il 2016.

Ma diego è tra i miei preferiti perchè poco prima di lasciare questo commento ed essere così indignato pubblicava questo con lubrificanti e vibratori, magari si sarà sbagliato e li credeva massaggiatori per la cervicale.



Il gran finale con uno youtuber


Tutto questo perché? In primis non avevo un cazzo da fare, ma soprattutto volevo vedere se davvero chi dice certe cose è un certo tipo di persona.



Questi sono solo i commenti più votati, tra questi la maggioranza è scritta da ragazzi; una delle difese più forti veniva da ragazze o da un uomo di una certa età che sottolineava la stupidità del mito dell'uomo conquistatore e la stupidaggine del Vedo-troie-ovunque.
Sarei tentata di giudicare più negativamente le donne che si sono abbassate al maschilismo per commentare una foto, che è solo uno dei tanti atteggiamenti che avvengono nei locali, almeno qui era mimato, io ho visto gente fare sesso contro un muro per nulla appartato e non era l'8 marzo; facendo sentire chi passava lì vicino un filo in soggezione.
Giudicare diversamente uomini e donne che praticano maschilismo sarebbe perpetrare una disuguaglianza e invece siete tutti ugualmente dei poracci chiacchieroni, che non credono nemmeno loro a quello che dicono, che predicano ma razzolano "male", ma acquistano valore sminuendo gli altri ed in genere è una donna.


E quindi io così:




You Might Also Like

0 commenti

Like us on Facebook

Flickr Images