Per il #FamilyDay il femminicidio è colpa delle donne che lasciano il marito.

16:20



Altre "meraviglie" dal #FamilyDay si parla delle donne uccise dagli ex, e indovinate di chi è la colpa secondo costui? della moglie.
"se la moglie lo abbandona, gli toglie il fatto di essere amato e per lui è l'inferno, il primo moto sarà quello di ucciderla, il secondo di ucciderle i figli per punirla"

"Ci sono tanti casi di questo tipo (femminicidio), dicono che questa violenza di genere sia causata dalla dualità maschio-femmina ma per noi non è così. Quest'uomo (parla del caso di Matthias Schepp ha rapito le figlie e poi si è ucciso) ha ucciso le bambine per un'altra ragione. Se quest'uomo è ateo nessuno gli conferisce l'essere come persona, ha solo una moglie che gli dà un ruolo: "Tu sei mio marito" e così lui si nutre dell'amore della moglie.Ma se la moglie lo abbandona e se ne va con un'altra donna (ma non è il caso di Matthias Schepp) quest'uomo può fare una scoperta inimmaginabile, perché questa moglie gli toglie il fatto di essere amato, e quando si sperimenta il fatto di non essere amato allora è l'inferno. Quest'uomo sente una morte dentro, così profonda che il primo moto  è quella di ucciderla e il secondo moto, poiché il dolore che sente è mistico e terribile, piomba in un buco nero eterno e allora pensa: "Come posso far capire a mia moglie il danno che mi ha fatto?" Allora uccide i bambini. Perché l'inferno esiste. I sociologi non sono cristiani e non conoscono l'antropologia cristiana, il problema è che non possiamo vivere senza essere amati prima dalla nostra famiglia, poi dagli amici a scuola, poi dalla fidanzata e infine da nostra moglie".

Il terrificante video ha diversi problemi:
  •  dice che un ateo NON È una persona.
Dire così è un processo psicologico (fatto spesso dai nazisti a discapito ebrei, afrodiscendenti e molti altri), e si chiama deumanizzazione, togliendo lo status di persona ad una categoria si crea una frattura : persone & non persone. Le "non persone" non hanno sentimenti ne diritti e provare empatia nei loro confronti risulta più difficile perché "non sono persone come le Persone". Questa tecnica oratoria ha un fine: creare un nemico = divide et impera (ovvero "dividi e comanda")
  • dare per scontato che i figli appartengano alla donna e non ad entrambi i genitori. 
I figli sono di entrambi e un padre che non ama i propri figli e li considera solo della moglie e non anche la propria gioia, non è un padre.
  • Il femminicidio nasce da un'idea, quella che la donna sia di proprietà del compagno e che lui ne possa disporre come un dio su di lei, la può punire, controllare, umiliare ed il controllo supremo è quello: la vita. 
Nonostante esistano casi di ex compagne che hanno ucciso gli ex, si parla fortunatamente di numeri ridotti dove quindi l'origine non sarebbe una visione sociale (ovvero la concezione del maschile e del femminile, il rapporto di coppia) ma casistiche isolate soggette alle variazioni individuali.
  • la donna come problema ultimo della famiglia, dipinta qui come quella che non ha pazienza ed è una pazza irrazionale che anziché rimanere con il marito (anche se non lo ama) deve obbligarsi a fingere di amarlo
  • l'altro intento del discorso è quello di dipingere l'omosessualità come un pericolo per le famiglie l'errore di cronaca, non sarà certo casuale ma ha uno scopo come ogni dettaglio in ogni comizio politico (e non ci giriamo intorno, il family day è stato proprio quello). 
Per molti decenni si è dipinta l'omosessualità e la bisessualità come una minaccia alla monogamia, e la comunità LGBT come un gruppo di persone libertine con appetiti sessuali insaziabili alla continua ricerca di eterosessuali da "convertire"; e questo esempio rafforza proprio questa "idea". Pensate che  l'esempio dell'omosessualità femminile, sia un caso? Non credo, il dibattito vuole riproporre un'ideologia patriarcale e maschilista dove la donna deve essere dipinta come più debole e chi se non lei può essere più debole alle "tentazioni peccaminose" ?
insomma una moderna riattuazione di Adamo ed Eva.

L'uomo deve essere rappresentato sempre come colui che è tutto machismo e virilità e quindi la sua sessualità fuori dal matrimonio dovrà essere eterosessuale, e sicuramente sarà anche chiesto di perdonarlo alla moglie con "la carne è debole", perché per questa gente l'omosessualità maschile è qualcosa di devirilizzante e sia mai che l'uomo in questa visione medioevale venga dipinto come qualcosa che non rasenti un uomo con la clava.


Come combattere questi comizi anacronistici?
Smascherandoli!
Cercate informazioni, smascherate le bufale, non cadete alle discriminazioni e dite no alle religioni che indirizzano odio verso chi ha meno diritti di loro.


fonte: HuffingtonPost e GayBurg

You Might Also Like

0 commenti

Like us on Facebook

Flickr Images