libertà di commentare non vuol dire doverlo fare per forza

13:03



L'ho ripetuto fino alla nausea: la libertà di parola non equivale a libertà di insultare.
Almeno siamo sinceri con noi stessi se vogliamo dire una cosa stronzetta non nascondiamoci dietro un dito de : è la mia opinione, impressione per nascondere un banalissimo insulto da terza elementare.

Il fatto di poter commentare non legittima di dover dire per forza qualcosa o qualsiasi cosa ti passi per la testa; certe cose per buonsenso ed educazione non si dicono. Guai a dire una cosa del genere altrimenti diventi il nuovo Pol Pot.
 Giorni fa lessi questo commento:

Risposi così:
Preparatevi ad uno sfogo:
Leggo oggi questo commento e poi il messaggio privato sotto (mandato due volte e pure una mail, per la serie :accollamose).
Quando leggo queste cose io divento una bestia. 
Mi fa incazzare il concetto che qualcuno ha di youtube e di chi ci sta dietro, io sono una persona sottolineo una PERSONA e non un ammasso di pongo che la gente può permettersi di plasmare con deliri di onnipotenza stile Dottor Frankenstein.
Dire "mangia/dimagrisci/dovresti CAMBIARE VOCE" sono cose che nessuno dovrebbe permettersi di dire. Non sto partecipando al reality show "plasma una sconosciuta come la bambolina dei tuoi sogni" sto su youtube e chi mi ascolta deve mostrarmi rispetto così come faccio io.

Questo genere di pareri/esternazioni - per chi se lo stesse ancora domandando- sono fuori luogo. La voce e sottolineo VOCE non è una cosa che si cambia (la mia voce con il diaframma è ancora più alta e stridula quindi no, non vi conviene), la VOCE ed il suo tono ha dei limiti, non tutti arriviamo agli acuti della Callas perchè non tutti abbiamo quei toni alti. Ecco io NON HO i toni bassi, NON CE LI HO, se costui o chi per lui è convinto di saperne più di un'insegnante di canto o di un foniatra si accomodi. Sono stata visitata con una fantastica microcamera e le corde vocali molto corte = si dimenano in libertà = toni alti.

La voce è qualcosa che non si può cambiare è una caratteristica con cui nasci così come un naso storto, una fronte spaziosa o i piedi piatti.
Il buon senso insegna che caratteristiche non modificabili non vanno criticate perchè è semplicemente da cafoni e da cretini. Un po' come dire ad un asiatico di operarsi agli occhi perchè gli vuoi vedere le palpebre o ad un nero di essere meno nero.

I toni della voce sono differenti dalle culture, in oriente le voci acute come la mia sono considerate più gradevoli di quelle basse; questo non vuol dire che la mia sia la voce più bella, che governerà il mondo ma che, girare internet anche per conoscere aiuterebbe a stupirsi meno e rompere meno per cazzate.

Poi mi raccomando scriviamo status fiume sui pregiudizi, sulla superficialità degli altri e tingiamoci profondi quando trattiamo gli sconosciuti come cani del canile a cui far tagliare le corde vocali perchè l'abbiare ci infastidisce.

"fastidiosa acusticamente" non è "un'impressione" e nemmeno una "critica", mi hai scritto "definiscilo come vuoi" ecco: è solo un'insulto gratuito che te lo potresti tenere per te.

Aggiungo anche un appunto a quel "oggi siamo tutti critici cinematografici, no?"
NO.
Vuoi diventarlo? accomodati, studia anni della tua vita (come la sottoscritta) e lo diventerai.


Linkai il tutto al suddetto che con una faccia come il culo grande quanto quello di Nicki Minaj si è anche risentito della cosa. Vi linkerò qui la sua esternazione STUPIDA con vicino i miei commenti in rosa shocking

Sono sicuro che se ne parlassimo faccia a faccia non si creerebbero problemi o fraintendimenti. Cercherò comunque, nonostante tutto, di essere il più onesto e sincero possibile. Intanto ti dico che mi dispiace che tu abbia preso così male il mio commento alla recensione della teoria del tutto. Meno mi dispiaccio se ti ha fatto incazzare…io non rigetto così tanto le cose che mi fanno arrabbiare e spesso credo che si traggano grosse considerazioni da certi episodi, nel bene e nel male, intendo - non c’è presunzione in questa mia frase, voglio solo dirti che magari aver individuato in me un esempio tipico di ciò che ritieni sbagliato, potrebbe essere comunque una cosa positiva. [fatemi capire mi ha insultata e devo anche ringraziarlo? ho letto bene ]Prima di dire altre cose vorrei definire meglio il contesto reciproco…ti ha fatto incazzare il fatto che io trovi o abbia trovato il tuo modo di parlare nella recensione del “Tutto” poco gradevole e infine fastidiosa. Non era un’affermazione che presumevo voler essere la verità assoluta..ma davo per implicito il fatto che fosse la mia personale impressione…che confermo, senza timore di offenderti in quanto non vedo motivo per cui tu dovresti offenderti se io trovo la tua voce, acusticamente fastidiosa per i miei padiglioni auricolari. [Ma sei stupido o cosa? seriamente ora vado in giro a dire alla gente strabica "mi infastidiscono i tuoi occhi storti" ? in nome di cosa della libertà d'espressione o della libertà di essere dei cafoni menefreghisti? direi la seconda]  Tantomeno credo che tu deba modificare la tua impostazione o intonazione di voce per produrre il tuo personaggio a cui hai dato nome di Barie Xanax soltanto perchè te lo dico io (come forse potresti commentare tu “macchitesencula?”). Di fatto anche questa cosa è piuttosto interessante: costruisci un personaggio fittizio per permetterti di dire la tua personalissima opinione sul lavoro di altri, quindi forse, diciamo che cerchi, o vorresti, fare “critica”; sott’intendi pertanto che ci sia la legittima possibilità di dire bene o male di qualcosa fatto da altri, nel cosa e nel come…nei contenuti di un film e nella tecnica della loro rappresentazione. [Carissimo, forse non ti è chiaro un dettaglio: fare critica cinematografica non equivale a dire che merda X, o insultare Woody Allen per gli occhi a palla anzichè parlare della sua regia. Criticare la persona o il suo lavorosono due cose diverse non a caso il datore di lavoro può riprendere e criticare come svolgi il tuo lavoro ma non può commentare la tua persona se sei alto, basso, magro, grasso perchè quello è mobbing. Inoltre faccio critica (senza virgolette) anche con il mio nome e cognome perchè è un lavoro legittimo e riconosciuto da quasi cent'anni, notizia che forse non è arrivata ai tuoi padiglioni]  Inoltre implicito è anche che a qualcuno possa interessare sentir parlare, in primo luogo del film in questione, e, magari, in secondo luogo, della tua propria opinione. Insomma parli del lavoro di altri liberamente, lo fai mentre ti filmi e pubblichi il filmato sul sito più famoso di questo mondo per diffusione firmandoti con uno pseudonimo. In effetti hai un canale youtube aperto dove metti in mostra le tue opinioni. Non credo tu sia l’unica persona che fa questo genere di cose e, anzi, credo, che negli ultimi anni ci sia stato un proliferare di questo genere di video. [ Non sono l'unica che ha un canale di recensioni su Youtube ma se non sbaglio sono l'unica che fa recensioni di cinema con alle spalle una laurea teoria e critica cinematografica] Magari mi sbaglio e nel caso me ne scuso…è solo la mia impressione. [Ma il "è solo una mia impressione" è un paravento per dire cazzate? ] Non credo nemmeno sia un fenomeno negativo, dipende dal canale e dal caso specifico. Però mi sembra organico a questo stato di cose l’ovvio diritto di chiunque di poter fare quello che tu stessa fai sul tuo canale, cioè di dire la propria opinione, bella o brutta, giusta o sbagliata che sia, [Mi sembra giusto, allora io per dire la mia opinione sui film ho studiato 7 anni storia del film, del cinema e della critica e sto continuando a studiarla anche dopo il mio bel pezzo di carta, se prende ME come esempio potrai esporre la tua opinione dopo 3 anni minimi (se vuoi rimanere in corso) di Storia e teoria di Barbie Xanax, dopo quello potrai avere la stessa libertà che esercito io nel dire la mia "opinione", anche se la mia è un'analisi e come tutte le analisi si basa su una bibliografia che ha come basi Bellour, Mulvey, Freud. Tu che che bibliografia hai per dire le tue analisi a parte il "Storia di una vita di merda persa a sminuire gli altri per sentirsi meno una merda"? ] su qualcosa che viene reso “pubblico”. Io ho visto il tuo video (non tutto perchè per me è stato fastidioso ascoltarlo oltre) e ti ho lasciato un commento. Poi, non era un giudizio categorico o assoluto, nè tantomeno personale (anche perchè, oltre al fatto che non ti conosco - e quindi non mi permetterei - tu ti celi dietro al tuo Personaggio fittizio) [Ah certo quindi se dici qualcosa di razzista sulla pelle di Beyoncè stai criticando il personaggio fittizio e non è nulla di personale?]…era solo una mia visione e non pensando alla critica come a qualcosa di negativo, alla critica come concetto, non a quella specifica da me fatta o fatta da altri, non ho pensato tu potessi essere tanto sensibile. Mi dispiace comunque. [In pratica ti dispiace che io me la sia presa così per una "cazzatina" secondo te e non per quello che hai detto che era semplicemente offensivo?!]Anche perchè, incuriosito dagli argomenti e dai titoli da te elencati nelle recensioni, ho voluto vedere cosa avessi potuto dire in merito a quella boiata delle sfumature. Lì ho sentito cose e modi diversi, magari leggermente diversi…però diversi al mio orecchio e ti ho apprezzata [Hai apprezzato l'unica "recensione" che non è una recensione ma un commento simpatico di presa in giro ad un film brutto? Tu si che ne capisci di recensioni!] e, parimenti, ti ho scritto in merito. Ti ho scritto proprio perchè volevo fosse chiaro che il mio primo commento non era una critica definitva o peggio; perchè volevo dirti che l’altr video mi era piaciuto…era veramente solo la mia personale impressione; che ancora è.  [Ma vuoi copiare i leghisti che dicono "orango" è uno scherzo?]Poi dopo ho visto altri video tuoi dove parli diversamente, con velocità diversa…credo che certe cose si scelgano, specie per quanto riguarda una propria creatura fittizia a cui si da perfino un nome diverso dal nostro vero nome. È come se tu avessi fatto un personaggio disegnato come un cartone animato e io, vedendolo, ti dicessi: “secondo me la voce la puoi migliorare”. Non capisco perchè tu debba averla presa tanto male. [eh beh chissà come mai me la dovrei prendere se paragoni una PERSONA ad un cartone animato! Vuoi anche cancellarmi il naso e renderlo diverso? disegnarmi le tette giganti; visto che ci stai?]Mi dispiace anche proprio perchè tu per prima sei lì a criticare altri…quindi come puoi risentirti così tanto se qualcuno fa a te una critica. Mi pare evidente la contraddizione. [Secondo me non hai mai letto una critica cinematografica] Delle “sfumature” hai detto cose ben più forti e assolute in merito a recitazione, estetica personale, contenuti, forme etc. hai parlato di razzismo, di misoginia, hai detto che certa gente è malata; che le persone che possono pensare certe cose di quel film o di quei contenuti hanno dei problemi…hai spaato in tutte le direzioni, sia contro gli autori tecnici e artistici sia contro i sostenitori e gli spettatori del film…cose che ti hanno resa ai miei occhi simpatica, divertente, efficace però se tu fossi veramente coerente allora tutte le persone coinvolte in quel film ti dovrebbero odiare a morte. O anche solo quelle che dicono di aver apprezzato il film…e tu sai che ce ne sono. Ovvio che non fa piacere quando qualcuno ci mette in discussione…ma davvero è così ovvio? [Il film è un prodotto = un lavoro, ed è giusto e normale criticarlo, poi se vogliamo dire che dare del razzista ad una cosa razzista è un insulto... beh amore mio vai in corea del nord e tenta di spodestare il leader]Ho detto solo che a me la tua voce è risultata fastidiosa in quel video specifico…qualcuno può pensare il contrario ma, nel senso, alle iene ci sono un sacco di cose come questa, [Fammi capire le iene è un programma esempio per capire che stile di vita bisogna adottare? dovrei prendere esempio da un programma tv di italia uno e ripeto : ITALIA UNO?] sono evidenti mi pare…persone che devono costruirsi uno stile riconoscibile e su cui improntano tutto il servizio….nel vedere il tuo video mi pareva chiaro che tu stessi facendo una ricerca simile; [No, io non baso servizi su pseudomedici condannati per truffa] quest’impressione si è avvalorata guardando altri tuoi video, più vecchi o più recenti: mostravi voce e impostazione diversa nello sviluppare le tue recensioni…quindi vuol dire che hai scelto diversamente in momenti diversi…così come l’abbigliamento non credo sia del tutto casuale. [no guarda non vado in giro così per nulla, compro miliardi di vestiti per metterli solo davanti ad una telecamera poi esco di casa con il tailleur ] Insomma hai fatto le tue prove, i tuoi studi. mi sembra normale, anche giusto, per costruire Barbie Xanax. [Ho fatto i miei studi per le recensioni non certo per come abbinare tshirt per fare un cazzo di video su youtube ]Sono soltanto scelte e una persona le può trovare buone e un’altra meno buone. Io ho sbagliato a dirtelo? Ho sbagliato a essere infastidito dalla velocità e dal tono della tua voce? Ho sbagliato a pensare che un’impressione in più sia meglio di una in meno per chi vuole miglioreare il proprio prodotto? Il proprio personaggio? Nel senso….volevo ascoltarti ma non potevo. [Problema tuo!] Un’altra cosa che potrei dirti è che, nonostante credo tu abbia centrato sulle sfumature, i venti minuti e passa, li trovo eccessivamente lunghi ai fini di divulgazione…ma questa non è “La Verità”…è solo una mia idea che domani potrei anche cambiare se tu o altri mi dimostraste che invece vanno bene…[DIMOSTRASTE? ma chi ti deve dimostrare nulla? ma chi sei il mio datore di lavoro? mi mandi un assegno di mille euro al mese per realizzare i video come vuoi tu? io non devo dimostrare un cazzo a te, a te non piace? STICAZZI ad altri 3 piace e quindi che vui fare? chi ha più ragione tra te e loro? Non sei il portavoce del pubblico mondiale di youtube sei una tua persona la sui opinione vale UNO così come quella di tutti gli altri, ma essendo ignorante e pure un filo cafone vale meno di zero.]Io ho girato il tuo video sulle sfumature ad una conscenza perchè trovo che la tua analisi del film sia adattissima proprio perchè questa persona presenta i difetti che tu dipingi nei tuoi commenti distruttivi del film e del suo pubblico; gliel’ho girato come provocazione, come stimolo, se si incazza, sinceramente? mi fa piacere, vuol dire che ho ragione a pensare che hai centrato il punto…ma non credo nemmeno l’abbia visto tutto; di fatto non mi ha neanche risposto in merito.  Ti farò comunque sapere nel caso, domani la devo incontrare…e sarò curioso.  [Quando ho lasciato intravedere che ero interessata alla tua vita? mi è sfuggito questo passaggio]
In merito a youtube e facebook e affini…posso dirti senza problemi che sono ambiti con cui io mi rapporto malino…[cioè nemmeno conosci i mezzi e stai a scartavetrare gli stinchi su consigli manco fossi il mago del marketing?] nel senso che, per esempio io non uso nickname…forse dovrei ma m’importa il giusto.nel bene e nel male sono abituato a credere che le mie cazzate siano mie e che io debba risponderne e che io debba sostenere le mie opinioni, quelle serie come quelle meno serie. Ovvio che non delego a certi mezzi le cose più serie della mia vita; per esempio non metterei le foto di mio figlio su facebook…[Fammi capire, hai procreato? sono davvero curiosa come insegnerai il concetto di rispetto a tuo figlio... dio mio spero che qualcuno salvi quel ragazzino ]in poche parole può darsi benissimo che io abbia un’idea sbagliata di queste realtà…ho avuto a che dire con più persone in merito a questo tipo di problematiche ma purrtroppo continuo a pensare che se tu ti metti in mostra, in qualunque contesto tu decida di farlo, devi assumerti la responsabilità di quello che dici.  E raccogliere le critiche degli altri. In tal proposito, capisco che per te sia una forma evidente di rispetto e attenzione e pertanto te ne ringrazio…ma io il commento su youtube te l’ho scritto con il mio nome e cognome, quelli veri. Ti scrivo in privato perchè, mi scuserai, ma quello che tra noi due mi pare abbia più a cuore di preservare la propria incolumità personale in merito a quello che dice o scrive, sei tu e quindi non vorrei sbagliare o muovermi male nei tuoi confronti, per questo ti scrivo qui e non ti ho lasciato un commento al tuo post (anche perchè non mi frega molti di parlare alla massa, volevo parlare a te perchè tu eri nel video e non altri)..io il mio commento l’ho già lasciato…inoltre come mi pare di averti scritto nella mail, invece, il mio apprezzamento te l’ho testimoniato in modo diverso…ho condiviso il tuo video (credo sia un buon segno nel linguaggio dei social, non so, forse sbaglio e do importanza a cose assurde), l’ho mostrato, l’ho linkato e te ne ho scritto direttamente e privatamente. [Fammi capire mi insulti e me ne dovrei stare zitta perchè hai condiviso il mio video?] Questo anche l’ho fatto per dimostrare a te e non alla piazza [Alla piazza?] la mia buona fede, lasciando che le mie parole più critiche mi facessero guadagnare quello che capitava, probabilmete il peggio. Niente di che intendiamoci, era solo un commento sul tono della tua voce; [Si come i commenti sulla pelle, "solo commenti" un par di cavoli] per quanto ne so, potrebbe essere una cosa che ti è stata già detta molte altre volte in passato…non lo so. O anche no. Ma non credo nemmeno che si debba guardare youtube o un video di una sconosciuta che recensisce un film e dover prima fare un corso di laurea per poter semplicemente lasciare un commento in merito alle proprie impressioni personali su quanto visto. Cavolo….poi si arriva all’assurdo per cui, uno fa un film, poi arriva un altro che ne fa la sua critica, poi arriva un altro che critica la critica del critico, e poi un altro ancora e via così all’infinto. [Quello che hai definito come "Assurdo" è quello che accade da quasi 100 anni nell'ambito accademico per qualsiasi facoltà mi sembra assurdo che tu non conosca queste cose basilari] Io dei film parlo se posso personalmente con le persone…altrimenti non si finisce più e, almeno per, spiegarsi sui social è molto faticoso.
se hai visto io disegno e posto le mie cose e lo faccio in modo pubblico…questo mi espone [Ti esponi ma non hai commentato sotto lo stamp perchè avevi paura del merdone che ti avrebbero tirato... coerente ] ovviamente a qualunque tipo di cosa, dalla critica al complimento, come al nulla…che forse è la cosa peggiore da un punto di vista pubblicitario. Vabbè… se uno mi vuole scrivere che secondo lui le mie mani nel tenere il lapis, sono sgraziate, va bene. Qual’è [Qual è si scrive senza apostrofo, giusto per collegarci al messaggio successivo del "perchè sarei ignorante?"] il problema? O se invece mi si scrive che non ho la minima idea delle proporzioni o delle forme…va bene lo stesso…magari ci farò più attenzione in futuro. 
Non capisco veramente quale sia il motivo per tanto risentimento nei confronti del mio commento. Inoltre il fatto che tu abbia sentito la necessità di sfogarti addirittura sulla tua pagina facebook riportando le mie parole…nemmeno avessi inneggiato al nazismo…ho solo detto che per me la tua voce in quel video era fastidiosa. Eccheccazzo. [io non capisco il motivo del risentimento da parte tua avendoti detto che certi commenti sono da cafoni superficiali]
Tu la reputi una cosa possibile o per te è assolutamente inconcepibile che una mitragliata di parole con voce acuta possa irritare l’orecchio di qualcuno che ascolta? Lo capisci che se uno ha, magari per un suo peculiare problema uditivo, l’incapacità di ttrovare piacere nell’ascoltare quel tono della tua voce possa non giungere ad accogliere i contenuti che magari potrebbe pure trovare validi in quello che dici? [Non è un mio problema]
forse ti ha infastidito il mio modo di parlare, cioè di scrivere, sarebbe abbstanza simmetrico alla mia critica, e quindi me ne scuso - ma ne sorrido anche, mi va bene, anzi benissimo; spesso ho modi un po’ irritanti nell’esprimermi. Ma io non sono un prodotto pubblico con un nome fittizio… io sono io, e quindi la mia esposizione personale è limitata. [Hai un profilo pubblico e fai disegni, non sie più un prodotto pubblico?] E non mi sento necessariamente in dover di pensarci troppo…però se mi vuoi dare un consgilio, davvero mi fa piacere. Magari se puoi evita le offese ma non perchè mi offenderi ma solo perchè non ti potrei prendere seriamente in considerazione. non hai motivo di offendermi come io non ti ho offesa del resto. [NON MI HAI OFFESA?]
In merito agli studi…non sei l’unica che ha studiato e di persone che hanno grosse competenze e che sbagliano il mondo ne è pieno. Inoltre magari qualcosa ne so anch’io? C’hai pensato a questa possibilità? [Beh si è visto, ignori che esista il mestiere della critica, ignori i meccanismi accademici, ignori come si scrive la grammatica ed il classico "tu ti", un errore delle elementari santo cielo... ma per favore] Che magari non sei l’unica ad aver letto libri, frequentato corsi, partecipato a progetti, magari anche lavorato, studiato all’università etc…anche perchè questo tuo dire sembrerebbe voler affermare che dal momento che hai studiato, hai automaticamente ragione su tutto quello che uno che ha studiato meno può dire o pensare rispetto a te. [Beh in effetti è così poi se per te studiare è un'opinione allora porta tuo figlio a farsi operare dal parrucchiere che ha visto tutte le puntate de Le Iene e Dottor House, ah no lì per il medico conta lo studio? tutti quelli che sminuiscono lo studio è perchè non hanno mai avuto le palle ed il coraggio di impegnarsi in qualcosa dentro o fuori la scuola. Come te!] E anche che tutti quelli che hanno studiato sono d’accordo tra loro in merito a qualcosa….e io non credo sia proprio così. Almeno non su tutto. Non metto certo in discussione la tua competenza…ho visto troppo poco di te per farlo. Si vede che certe cose ti interessano. 
Che poi secondo me ci siano dei critici improvvisati, non significa che io mi ritenga un critico cinematografico, nè che io ti stia dicendo di smettere o che stia affermando di pensare che faresti meglio a dedicarti ad altro. Ti ho solo detto che a me la tua voce in quel video ha irritato. non personalmente ma solo acusticamente. 
Poi un’altra cosa su cui vorrei sapere cosa pensi a questo punto: visto che sei così attenta alle critiche nelle forme personali, vorrei farti notare il livello delle persone che al tuo post ti danno ragione in merito al mio commento. Non trovi che “malato di mente”, “ignorante”, “mi hai curato la stitichezza” “stupido” etc. non siano affermazioni che si macchino proprio di quello che tu accusavi in me? Mica è colpa tua dico, certo è che nasce il sospetto che tu abbia cercato compiacimento nel vedere gente che ti da ragione esponendomi al pubblico bando e insulto (cosa che trovo sinceramente molto buffa e divertente - il mondo dei social parla in questo modo evidentemente - e ti giuro che mi fa veramente ridere), ma tu in questi commenti non vedi l’arroganza? In loro come in tutto quello che loro a me imputano? Mi sembra evidente e credo che tu, se sei seria dovresti quantomeno ricommentare a tua volta per dire” ragazzi se sbagliava lui a esprimersi in quel modo, non mi fate ricredere anche su altre persone”. No ? Dai…cazzo come si fa dare del malato a uno solo perchè ti ha detto che la tua voce lo ha infastidito? Dio bono…nemmeno Pacciani. [MI hai paragonato a pacciani, un serial killer ] Specie se hai studiato una vita come dici, lo sai che ho ragione … XD
Non mi sono soffermato a dirti quello che io penso dei film nello specifico perchè mi pare chiaro che non ti interessi la mia opinione. Non ho sollevato critiche al contenuto perchè, sinceramente, sulla “teoria del tutto”, come detto, non sono riuscito a vedermi il video per intero: diciamo che quello che ho sentito non mi è parso particolarmente efficace o interessante come recensione… [E lo dici dopo aver letto quanti libri sul cinema, analisi del film e di critica cinematografica? ah dimenticavo hai visto Le iene, allora... ] niente di che. Sulle sfumature di grigio, posso dirti che credo sia molto facile commentare un film del genere e generare a tua volta risate (ma è vero anche il contrario per un film come quello - sarebbe come dir male di pieraccioni al tempo del ciclone - per inciso a me pieraccioni fa cagare): è come sparare sulla croce rossa, come tirare un rigore senza il portiere. Anche qui, prima che ti ti incazzi, è solo la mia personalissima opinione. Ma se vuoi che ti dica che ho trovato tutto geniale, acutissimo, inteliggentissimo, bellissimo, elegantissimo e tutto ciò che di issimo ci può essere…beh io non te lo dirò. Perchè non lo penso. Poi incazzati pure.
Vederti fare un canale di recensioni di film, di fumetti (poi fumetti…anche lì hai studiato una vita?) [Nemmeno hai aperto un video di fumetti visto che in ogni e ripeto OGNI video di fumetti e libri dico che non è il mio campo e non sono un'esperta ] e altro, mi ha fatto credere che tu fossi una persona curiosa, interessata anche alla discussione, alla messa in discussione, anche come concetto in sè e non solo limitato al cinema, e quindi, essendo io uno che ama discutere anche di piccole cose, anche sapendo che si può sbagliare, soprattuto sapendo che si può sbagliare, ti ho scritto…e l’ho fatto sinceramente. [se vuoi discutere di Metz sono qui ma se mi dici "hai una voce di merda" non c'è proprio nulla di affascinante su cui parlare] Forse ho sbagliato e comunque me ne scuso. Ora fai quello che ti pare…divulga questo mio messaggio come fosse il mein kampf di hitler o rispondimi firmandoti col tuo vero nome….fai quello che vuoi senza problemi…non credo che nè la mia, nè la tua vita cambieranno per questo nonstro scambio di vedute. Spero soltanto che tu non mi offenda come ti ho già detto, non credo di meritarmi offese. Però fai come ti viene…vai pure a braccio….
un’ultima cosa…quanto stai godendo nel vedere che la gente mi sta virtualmente sputando addosso sotto al tuo post? Mi fa venire in mente la scena del marchese del grillo e dell’ebanista ebreo quando viene messo alla gogna…ahaha. Vabbè, facciamo che te la perdono….puoi mettere pure il mio nome. ah! XD
Anche perchè non è che mio mi sia proprio nascosto.

Ti saluto
e

P.S.
ma tu ti chiami Marta? Ciao

e con diversi ripensamenti:

breve risposte:
  • la voce spesso (non sempre) è una caratteristica corporea derivante dall'etnografia, secondo le origini della tua famiglia avrai una certa voce oltre a mille altre varianti.
  • la voce è una caratteristica che NON si cambia, l'estensione è quella puoi forzarla un po' di più ma c'è poco da fare. Se hai le corde vocali lunghe = toni bassi, se le hai corte = toni alti. 
"in che cosa sarei ignorante" inizia l'elenco puntato:
  • scrivere "tu ti" è sbagliato
  • scrivere "qual'è" con l'apostrofo è sbagliato
  • ignorare che esista la professione critica
  • ignori il fatto che i critici si critichino a vicenda le analisi
  • ignorare l'importanza dello studio per un "tutti sbagliano"
  • Ignorare il concetto di "offesa" e scambiarlo con "impressione"
  • ignorare il concetto di "pseudonimo" e recepirlo come "non c'hai er coraggio de mettece er nome tuo"
  • ignorare il concetto di educazione.

You Might Also Like

0 commenti

Like us on Facebook

Flickr Images