addio Curvy, benvenute Marshmallow girls

18:00



Non mi piace la parola "curvy", la trovo brutta ed eccessivamente sessualizzata.
Per questa antipatia verso il termine ho trovato molto carina la nuova iniziativa giapponese, le ex denominate curvy/over size/taglie forti prendono il nome di Marshmallow girl, secondo me un nome adorabile, carino che fa pensare a qualcosa di kawaii, morbidoso e non per forza sensuale a tutti i costi... che poi diciamolo la sensualità è innata, ci sarà sia se si pesa 50 o 120 kg, è un po' come l'eleganza.

In Giappone la "fat shaming" (che nome brutto da dare, ma la chiamano così) è una pressione molto forte sulle ragazze, si viene considerate "obese" per una quantità di peso in eccesso che qui o in America sarebbe considerato un semplice sovrappeso. Le loro taglie sono più piccole rispetto a quelle europee e le pressioni estetiche sulle ragazze sono molto forti : far sembrare gli occhi meno orientali, sembrare kawaii a tutti i costi, essere magre.

La Farfa è un magazine giapponese, si concentra sullo stile in tutte le taglie e ha deciso di coniare questo nuovo termine per dare alle ragazze plus size un appellativo di cui non vergognarsi, che esprimesse qualcosa di kawaii e bello; sperando che questo termine possa rimpiazzare quelli apertamente dispregiativi come : fatty o chubby.

Una delle loro modelle di punta è Goto Seina, che vedete qui sotto.
Ho trovato quest'iniziativa molto carina e differente dalla concezione europea del corpo.
Cosa ne pensate?












Romwe Spring Festival Carnival- 75% OFF! start from $3.99!

You Might Also Like

1 commenti

  1. Letizia Pizzarelli10 febbraio 2014 18:16

    La trovo un'idea molto carina perché mostra il lato carino e dolce di essere tonde :)

    RispondiElimina

Like us on Facebook

Flickr Images