Alla scoperta di PLAYFUL INTER-ACTION. Progetto Alcantara-MAXXI

13:15


Il 12 novembre ho avuto la fortuna di poter partecipare all'inaugurazione della mostra Playful Inter-Action, la terza edizione della collaborazione tra Alcantara e MAXXI. Dal 13 novembre al 5 gennaio 2014 sarà possibile visitare questa mostra che si concentra sulle possibilità multisensoriali del materiale Alcantara. 

Il MAXXI è uno dei miei edifici preferiti di Roma, a dir la verità amo molto i progetti di Renzo Piano presenti nella mia città e poter essere presente ad un evento simile è stata per me una gioia, tant'è che pur di non perdermelo ero lì con il raffreddore e la febbre, ho una scusa per la mia brutta cera in foto e video.

Le opere interattive sono molto vitali, mi piacciono perché non vanno solamente ammirate ma l'esperienza si sviluppa sotto vari stadi di conoscenza reciproca; l'obiettivo della mostra era proprio quello di raccontare in modo "fisico" questo materiale che accompagna sempre di più il nostro quotidiano.
I curatori Giulio Cappellini (Art Director di Alcantara) e Domitilla Dardi (Design Curator, MAXXI Architettura) hanno affidato questo compito a due gruppi creativi noti ed apprezzati nell'interaction design: Fabrica e lo studio Minale-Maeda, con il loro ruolo d'avanguardia nel cosiddetto "design di relazione" hanno permesso allo spettatore non solo di sfiorare l'Alcantara ma anche di annusarla e ascoltarla realizzando perfettamente le richieste di Giulio Cappellini e Domitilla Dardi: "Ai due gruppi di designer è stato chiesto di lavorare sull’attivazione di un’esperienza multisensoriale che, partendo dal tatto e dalla vista, esplorasse altre possibilità. Il risultato è in una sorta di sinestesia. Per ottenerla, fondamentale è l’apporto del visitatore: la sua interazione con l’opera è parte dell’opera stessa, l’una vive dell’intervento dell’altro".

Essendo la parte interattiva così vitale in questa mostra ho trovato che la fotografia fosse un mezzo riduttivo per l'esperienza così ho fatto un video dell'evento per condividere con chi mi segue parte di questa bellissima esperienza.
Il duo Minale-Maeda ha esposto l'opera "Essences, Compounds, Particles" che indaga l'universo olfattivo invitando lo spettatore all'interazione, alla creazione di un mix inedito di forme ed essenze; come è visibile anche dalle foto era possibile creare il proprio fiore di Alcantara realmente profumato, questa attività è disponibile tramite un workshop all'interno del MAXXI.
Fabrica ha presentato due istallazioni "Pendulums" delle sfere colorate rivestite di Alcantara che urtandole produco un impulso luminoso e un suono; l'altra istallazione "Shiver" (nel video vedrete l'intervista all'artista) è stata ispirata dalla visita nella fabbrica del materiale Alcantara, il suono dei chiodi e degli spilli, la lavorazione del materiale ha ispirato quest'opera formata da strisce blu di Alcantara piene di aghi nella parte interna, la contrapposizione tattile tra un materiale morbido e l'altro acuminato  è stata per me molto suggestiva; spingendole era possibile produrre un suono.

La partnership tra MAXXI e Alcantara quest'anno è arrivata alla terza edizione, dimostrando una volontà concreta di sondare nuovi territori interpretativi, promozione di talenti creativi emergenti ma soprattutto un dialogo e scambio di conoscenze.

Spero vi sia piaciuto questo post/video, vi lascio sotto le info per chi non fosse mai stato al MAXXI

PLAYFUL INTER-ACTION. Progetto Alcantara-MAXXI
MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo
via Guido Reni 4 A, 00196 Roma
dal 12 novembre 2013 al 5 gennaio 2014
 









Studio Minale-Maeda "Essences, Compounds, Particles"













  Fabrica, “Pendulums”








Fabrica, "shiver"
con l'artista







Cioccolatini buonissimi al gusto gianduia <3 span="">

You Might Also Like

0 commenti

Like us on Facebook

Flickr Images