cinema

COSA MI CONSIGLI ? Serie Tv e Film di Febbraio

15:40



 Tutti i film citati:

I miei video su alcuni film citati
➡️ The Post 
➡️  Ave Cesare 
➡️  Video sui Golden Globe 
➡️  Vizio di Forma 

In uscita al cinema

- The Post di Steven Spielberg
- The Party di Sally Porter
- Black Panther di Ryan Coogler
- The Shape of Water di Guillermo del Toro
- Figlia Mia di Laura Bispuri
- Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson
- La vedova Winchester di Michael Spierig, Peter Spierig
- The disaster Artist di James Franco
- Mom and Dad di Brian Taylor

In uscita su Netflix:
+ Altered Carbon
+ Coach Snoop
+ Changeling di Clint Eastwood
+ Ave Cesare dei Fratelli Coen
+ Machete Kills di Robert Rodriguez
+ I fantastici 5
+ Non c'è bisogno di presentazioni di David Letterman parte 2
+ Il rituale
+ Gloria Allred dalla parte delle vittime
+ Il mio grosso grasso matrimonio greco di Joel Zwick
+ Prince of Persia di Jordan Mechner
+ Everything sucks
+ Il giovane favoloso di Mario Martone
+ Fullmetal Alchemist
+ Mute di Duncan Jones
+ Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

cinema

Vi immaginate Chiamami col tuo nome diretto da Muccino?

19:14

Chiamami col tuo nome è il film di cui tutti stanno parlando, se l'avete visto sicuramente la storia di Elio vi sarà rimasta nel cuore, se non l'avete ancora fatto vi consiglio di recuperando essendo un film nominato a due premi Oscar.

Chiamami col tuo nome parla di Elio che durate una vacanza in Italia con la famiglia passa il tempo tra gli amici e Oliver lo studente che aiuterà suo padre per l'estate. Tra i due inizialmente sembra esserci un'antipatia ma la verità è ben diversa.

Non vado oltre per non rovinarvi la sorpresa, qui vi parlerò di alcune curiosità che potreste trovare interessanti pur non avendo ancora visto il film.

Tutto rimanda al 1983
Il film è ambientato in un luogo indefinito del nord Italia ma l'anno è il 1983, il dettaglio non è certo secondario perché i rimandi al 1983 sono tantissimi durante tutto il film. Il regista ha detto di aver selezionato per la colonna sonora solo canzoni famose in Italia durante l'estate del 1983 e dell'anno precedente, ma i rimandi non finiscono qui. Nella camera di Elio c'è una fotografia con un pentagramma che ritrae Robert Mapplethorpe, la foto è stata scattata da Antonia Reeve proprio nel 1983.

Non ci sono stati provini per il film
I due protagonisti principali sono Armie Hammer e Timothée Chalamet, i due attori non sono stati scelti tramite provini, a contattarli è stato direttamente il regista che era rimasto impressionato da Hammer in The social network mentre Chalamet fu scelto già nel lontano 2013 quando il suo agente li presentò.

Muccino alla regia di Chiamami col tuo nome
La produzione del film è stata molto tortuosa, le carte in tavola sono cambiate parecchie volte e ad un certo punto sembrava certo che la regia del film spettasse a Gabriele Muccino. Riuscite ad immaginarvi questo film diretto da Muccino? io faccio fatica.

Se siete rimasti colpiti quanto me dal film forse potreste avere la voglia di portare un pezzettino di film sempre con voi, nel film Armie Hammer indossa delle sneaker popolarissime all'epoca ovvero queste Converse disponibili su Spartoo, con queste ai piedi potrete scatenarvi in discoteca al ritmo di Love my way de The Psychedelic Furs.


cinema

I film che aspetto di più nel 2018

14:00



Sopra trovate il mio video ma ecco la lista di tutti i film citati, cliccandoli verrete reindirizzati al trailer del film.

cinema

Perché Coco in Brasile è uscito con un titolo diverso?

13:07

Come stanno procedendo queste vacanze natalizie?
Ormai il 2017 è giunto al termine e in molti amano festeggiare il nuovo anno andando al cinema, voi siete tra questi?
Se sì ho un suggerimento per voi: Coco, l'ultimo classico di Natale uscito da poco al cinema e che parla della storia di Miguel un bambino messicano con un sogno: diventare un musicista.
Diventare un artista è già difficile di suo ma per Miguel la strada è ancor più in salita visto che nella sua famiglia la musica è bandita! Miguel in gran segreto impara a cantare e suonare imitando l'idolo nazionale: Ernesto de la Cruz, così per partecipare ad un concorso canoro decide di prendere in prestito la sua chitarra direttamente dalla sua tomba, ma qualcosa va storto e Miguel si ritroverà bloccato nel mondo dei morti con poche ore a disposizione per poter tornare nel mondo dei vivi.

Coco è un film adorabile ma ecco qualche curiosità per amarlo ancora di più:

C'è un piccolo cameo di Buzz Lightyear
Forse in molti lo sapranno già, ma nei classici d'animazione molto spesso si trovano dei rimandi ai precedenti successi della casa di produzione. Coco non fa certo eccezione e proprio all'inizio del film state ben attenti perché tra le tante piñate che vedrete ce ne saranno alcune con le sembianze di personaggi che conoscete molto bene come Woody e Buzz da Toy Story e Mike da Monster's & co.

Il film in Brasile ha un nome diverso per un motivo davvero bizzarro
Di film d'animazione che cambiano nome o titolo per motivazioni legate al Paese ne sappiamo qualcosa, solamente l'anno scorso Moana usciva in Italia con il nome di Vaiana ed il titolo Oceania ma questa volta tocca al Brasile e la motivazione è un po' imbarazzante. Il film prende il titolo da un personaggio Coco, la nonna del piccolo protagonista Miguel; in Brasile però il film è uscito con il titolo di Viva e la nonna non ha più il nome Coco ma Lupita. Il motivo è semplice e bizzarro, in Brasile il nome Cocô è collegato ad uno slang, un modo di dire per chiamare gli escrementi. Comprensibilmente fare uscire un film che ricordi la cacca non è il sogno di nessuna casa di produzione e proprio per questo Coco è diventato Viva.

Perché il cane si chiama Dante?
Una delle parti più comiche del film è sicuramente quella di Dante, un cane privo di peli e di denti una razza tipica messicana. Suona un po' bizzarro che un cane randagio abbia un nome così altisonante ma se avete visto il film con attenzione non lo è. Miguel è un grandissimo fan della carriera di Ernesto de la Cruz che comprende canzoni e un numero spropositato di film che il ragazzo conosce a memoria, proprio in uno di questi Ernesto cavalca un nobile e maestoso destriero di nome Dante. Miguel ha una fortissima ammirazione per il suo idolo e così voleva ricreare la magia dei suoi film anche nella sua vita.

Ma ditemi avete visto Coco, vi è piaciuto?
Il film è coloratissimo nonostante sia ambientato nella terra dei defunti, se vi piacerebbe portare sempre con voi un po' del suo mondo ho trovato queste sneakers di Betty London disponibili su Spatoo, che ricordano tantissimo le atmosfere del film.


scarpe

3 curiosità su Justice League

19:41

Se amate l'universo cinematografico dedicato ai supereroi sicuramente avrete visto Justice League, il film che segna la svolta dei film DC verso qualcosa di diverso e più spensierato.
Justice League vede alcuni dei supereroi più famosi: Wonder Woman, Batman, Aquaman, Flash e Cyborg uniti per contrastare una nuova pericolosa minaccia, questa volta ad essere in pericolo non sarà solo il mondo degli esseri umani ma tutti i mondi.
Riusciranno i nostri supereroi a sconfiggere il pericoloso Steppenwolf nonostante l'assenza di Superman? 

Se non avete ancora visto il film lo scoprirete al cinema, ma tranquilli le curiosità che troverete qui sotto tutte prive di spoiler.

25 milioni di dollari in baffi
Potrebbe sembrare una cosa da nulla ma i baffi di Henry Cavill, l'attore che veste i panni di Clark Kent sono stati un bel problema per Warner Bros. Justice League ha avuto un cambiamento di regia in corsa, per questo motivo alcune scene sono state rigirate e qui nasce il problema. Proprio in quel periodo Cavill era impegnato nel rigirare alcune scene per l'ultimo film di Mission Impossible al fianco di Tom Cruise e per copione doveva avere i baffi mentre non doveva averli per il suolo di SuperMan in Justice League. I baffi hanno creato una vera e propria diatriba tra i due Studios, Cavill non poteva radersi e alla fine Warner Bros ha dovuto rimuoverli digitalmente al modico costo di 25 milioni di dollari.

10 anni di lavorazione
Già nel 2007 era nell'aria l'idea di fare un film sulla Justice League, la sedie del regista all'epoca era occupata da George Miller, il regista di mad Max: Fury Road, il suo cast era un po' particolare: D.J. Cotrona nel ruolo di SuperMan, Armie Hammer come Batman, Megan Gale come Wonder Woman, Adam Brody nel ruolo di Flash, Santiago Cabrera come Aquaman e il rapper Common come Lanterna verde.

La prima apparizione di Wonder Woman ha un significato nascosto
L'apertura di Justice League introduce tutti i personaggi, compresa Wonder Woman che avevamo già conosciuto nel suo film, compare in piedi su una statua e la scelta non è certo casuale. Quella su cui Diana controlla la città dall'alto è la statua della dea greca Themis o Justitia per i romani, dea della giustizia conosciuta oggi negli Stati Uniti come Lady Justice.

Nel film Wonder Woman sfoggia tacchi vertiginosi così come il look da biker, se vorreste sfoggiare un look ugualmente tenace in città potrebbero piacervi questi stivali di Kickers disponibili su Spartoo.

 Kickers


Avete visto Justice League?
Vi è piaciuto?

cinema

I nuovi vestiti delle amazzoni.

13:46

Wonder Woman è stato un film da molti amato ed incoronato come emancipatorio, le amazzoni sono tornate sullo schermo nel nuovo film dell'universo DC, ovvero Justice League.
La differenza però nella loro rappresentazione è palese per quanto riguarda i costumi, nel film di Wonder Woman avevano delle vere e proprie armature mentre nell'ultima comparsa i loro costumi sono più simili a bikini.

A sinistra i costumi del film di Wonder Woman a destra quelli di Justice League:




La differenza è netta, la caratterizzazione del personaggio passa così dall'essere una guerriera ad essere una guerriera sexy, se la prima funzionava benissimo nel film Wonder Woman la seconda sembra quasi macchiettistica.

I costumi non sono opera della stessa persona, i primi sono creazioni di Lindy Hemming mentre gli ultimi di Michael Wilkinson; ho visto molti post parlare di come la differenza sostanziale sia dovuta al fatto che la prima sia una donna e il secondo un uomo; secondo me questa è una banalizzazione di un discorso molto più articolato, Patty Jenkins regista di Wonder Woman si è fortemente battuta per dare un taglio diverso al film, che incarnasse i sogni di avventura delle bambine e donne, regalando loro un nuovo tipo di bellezza, quella forte.
La versione di Justice League non è la versione di un uomo sporcaccione, ma è tristemente la norma una bellezza così piatta di essere percepita solo se sensuale e ammiccante; questi ideali purtroppo sono così diffusi nella società da influenzare i lavori di diversi professionisti di ogni genere.

Like us on Facebook

Flickr Images